Paolo: 3396283007 o Riccardo: 3492141531 mail@gbsub.it
Immersioni subacquee presso l'Isola di Giannutri

Immersioni presso l’Isola di Giannutri

P.ta Secca

Profondità: -38 mt; Grado di difficoltà: elevato; Corrente: media; Orientamento: impegnativo; Visibilità: ottima

Caratteristiche: in questo punto segnaliamo 2 percorsi: uno esterno (n.1) ed uno interno (n.2) al parco. Nel percorso esterno scendete sul pianoro in direzione NW fino ad arrivare alla parete che scende fino a -38m, lungo la discesa potrete incontrare sogliole, stelle pettine, razze e gorgonie. Il percorso interno al parco, ci consente di superare la punta e nuotare sul pianoro fino ad una vecchia rete dalla quale si punterà verso il mare aperto per raggiungere la parete verso i -25m.

Auto del Nasim

Profondità: -40 mt; Grado di difficoltà: elevato; Corrente: debole; Orientamento: medio; Visibilità: ottima

Caratteristiche: durante la discesa mantenete come riferimento il limite tra la prateria di posidonie e la sabbia; a circa -33m individuerete la prima auto fuoriuscita dal relitto, che risulta completamente avvolta da sciarrani e castagnole. A -35m nella roccia si apre una volta ricca di vegetazione, poco più in basso si trova la seconda auto ed al disotto di essa, vi apparirà una fila di automobili disposte su un fondo di sabbia bianca; trenta metri più avanti infine potrete ammirare l’impressionante sagoma del Nasim.

Relitto Anna Bianca

Profondità: -40 mt; Grado di difficoltà: elevato; Corrente: media; Orientamento: semplice; Visibilità: ottima

Caratteristiche: il relitto è adagiato su un fondo sabbioso a -40m di profondità. E’ sufficiente immergersi in apnea per individuarne la sagoma quasi dalla superficie (in queste acque la visibilità supera spesso i 35 metri). Il primo troncone del relitto che troverete è quello di poppa, le lamiere sono colonizzate da organismi bentonici, i fori ospitano gronghi e murene mentre l’interno della sala macchine ospita musdea e molti gronghi.

Archi Naturali

Profondità: -20 mt; Grado di difficoltà: scarso; Corrente: media; Orientamento: facile; Visibilità: ottima

Caratteristiche: lo scoglio affiorante non è altro che la parte superiore del primo arco che andrete ad esplorare. Le pareti sono ricche di stelle rosse, nudibranchi ed aragoste. Pinneggiando attraverso un’apertura di 5 metri e proseguendo verso il mare aperto, arriverete su un fondale di 8-10 metri di profondità, dove 2 archi più piccoli permetteranno un nuovo passaggio al loro interno. Troverete quì numerosi anemoni, spirografi, lepri di mare e guardando nel blu potrete scorgere i pesci S. Pietro.

Cala Ischiaiola

Profondità: -35 mt; Grado di difficoltà: medio; Corrente: debole; Orientamento: impegnativo; Visibilità: ottima

Caratteristiche: iniziate l’immersione su una distesa di massi colonizzati dalla posidonia e dirigetevi verso il mare aperto fino a raggiungere la parete che dai -28m sprofonda fino ai -45m, le spaccature sono ricche di parazoanthus. Guardando nel blu sono frequesnti gli incontri con branchi di dentici e piccole aragoste.

P.ta San Francesco
Profondità: -35 mt; Grado di difficoltà: elevato; Corrente: media; Orientamento: medio; Visibilità: ottima

Caratteristiche: segnaliamo 2 percorsi uno esterno(n.1) ed uno interno (n.2) al parco. Scendete a circa -16m e superato il primo scalino, incontrerete un gruppo di parti in ferro a sinistra delle quali entrerete nel parco. Scendendo ulteriormente superate un secondo scalino e raggiungete la parete che dai -29 scende oltre i -45m. Non è raro l’incontro con i barracuda. Nel percorso interno al parco incontrerete dei massi ricchi di gorgonie, scorfani e grancevole, puntate poi alla parete prima di iniziare la risalita.